Una country house legata al ritmo naturale della terra

05/10/2015 - Siamo nel cuore della campagna marchigiana, nei pressi di Cingoli, uno dei borghi più belli d’Italia. Una coppia di professionisti milanesi sceglie di abbandonare la caotica quotidianità per recuperare un casolare diroccato e trasformarlo in country house. Da tre unità interamente riqualificate, la casa colonica, il pollaio e il ricovero attrezzi, nasce Borgo della Spiga , una struttura ricettiva fortemente legata al naturale ritmo della terra.  Privilegiando l’integrazione con il contesto originario, l’ambizioso progetto di recupero, a cura di Paolo Vigoni, durato oltre cinque anni, ha riorganizzato i tre corpi sia da un punto di vista architettonico che funzionale: la grande casa colonica, con le sue ampie stanze tutte affacciate sulla campagna circostante, è stata convertita in un B&B, mentre all'interno del ricovero attrezzi, ricostruito, sono stati ricavati due loft accessoriati..
Continua a leggere su Archiportale.com