Un tocco di Messico per il nuovo Serpentine Pavilion

13/02/2018 - Quest’anno la Serpentine Gallery ha invitato la messicana Frida Escobedo, la più giovane a cui sia mai stato affidato questo incarico, a progettare il “Serpentine Pavilion 2018”, che aprirà ai Kensington Gardens il prossimo 15 di giugno e resterà aperto fino ad ottobre. Frida Escobedo succede a Diébédo Francis Kéré e, prima di lui, a Bjarke Ingels Group (BIG), 2016; selgascano, 2015; Smiljan Radic, 2014; Sou Fujimoto, 2013; Herzog & de Meuron e Ai Weiwei, fino a Zaha Hadid nel 2000. Per il progetto del nuovo padiglione Frida ha immaginato un cortile composto da due aree rettangolari racchiuse da pareti vedo-non-vedo di colore grigio scuro, che reinterpretano il concetto della 'gelosia' in architettura. Una tettoia a specchio leggermente incurvata ed una piscina triangolare nel pavimento alimenteranno il gioco di luci e ombre generato..
Continua a leggere su Archiportale.com