Riapre il Cinema Fulgor di Rimini ed è subito ‘amarcord’

13/03/2018 - Lo descriveva così Federico Fellini: "Sotto lo schermo c’erano le pancacce. Poi uno steccato come nelle stalle, divideva i “popolari” dai “distinti”. Noi pagavamo undici soldi; dietro si pagava una lira e dieci". Di cosa parliamo? Del Cinema Fulgor di Rimini. Ed è subito Amarcord. Un luogo storico, tra i più amati al mondo e ancor più amato dal regista romagnolo che, da bambino, vide qui il suo primo film Maciste all’Inferno, nel 1924.  Qui, non solo Fellini guarda i suoi primi film, con la curiosità di un bimbo di 4 anni, ma alimenta e forma il suo spirito, la sua sensibilità, i suoi demoni e la sua 'follia', tradotti poi davanti ai nostri occhi nei personaggi dei suoi film.  "Film che raccontano illusioni di personaggi smontati e smagati da una realtà imprevedibile. A me pare di avere fatto dei film anche comici...
Continua a leggere su Archiportale.com