Perché ci sono agenti immobiliari che ancora vogliono fare il porta-a-porta?


di Salvatore Coddetta, formatore e coach immobiliare



Leggo spesso sui Social Network discussioni sul metodo del porta-a-porta per reperire notizie e fissare acquisizioni. Nessun metodo ha mai suscitato tante polemiche tra gli agenti quanto il porta-a-porta. Alcuni lo amano, altri lo odiano e lo ritengono non professionale.




Personalmente ritengo molto meno professionale negoziare le provvigioni, accettare di lavorare senza incarico, prendere incarichi fuori prezzo, non comunicare con il proprietario durante la gestione dell'incarico o parlare male dei colleghi con i clienti che fare il porta-a-porta.


Ma perché un agente immobiliare nel 2015, in piena epoca di social network, siti, blog e personal branding dovrebbe ancora fare il porta-a-porta?


Perché ci sono agenti che ancora vogliono fare il porta-a-porta?

Oltre che per il denaro, mi vengono in mente almeno otto validi motivi per fare il porta-a-porta anche al giorno d'oggi:

1. E' completamente gratuito. A differenza dei portali che invece richiedono costi sempre più alti. Su questo gruppo ci sono molti agenti che si lamentano che ogni anno i portali alzano i prezzi degli abbonamenti. Non vuoi pagare i portali? Fai il porta-a-porta. È gratis!
2. Genera costantemente incarichi
3. Fornisce un eccellente esercizio fisico
4. Permette di avere una buona presenza nella zona geografica di competenza
5. Ha un livello di rifiuto più basso rispetto al telemarketing
6. Puoi iniziare a fare porta-a-porta anche senza conoscere personalmente la gente che vive nel quartiere
7. Puoi iniziare anche senza avere una lista di nominativi di persone potenzialmente interessate ai tuoi servizi (a differenza del l'email marketing che invece richiede una lista)
8. Non richiede alcuna preparazione, puoi alzarti e cominciare a fare il porta-a-porta ora se vuoi

Naturalmente, ci sono anche degli svantaggi:

1. Devi lavorare fisicamente; non è possibile delegare il porta-a-porta a un assistente o pagare qualcuno per farlo al posto tuo.
2. Non ci si può affidare alla speranza, si devono imparare solide capacità di vendita.
3. Con il porta-a-porta si è costretti a guardare il rifiuto negli occhi.

Onestamente, credo che i pro superano i contro, soprattutto quando la preparazione e la formazione eliminano gli svantaggi.

Tieni a mente che fare porta-a-porta non ti impedisce di fare qualunque altra attività per trovare nuovi prospect. Puoi continuare a fare direct mail, telemarketing, usare internet e così via. Probabilmente dovresti fare più di una attività di prospecting nel tuo lavoro di agente immobiliare, e puoi facilmente integrare le varie attività con piccole tattiche di guerrilla marketing nel tuo business, su base giornaliera.