Pareti fonoassorbenti e certificazione acustica

La certificazione acustica è un documento che assomiglia molto a quello che viene stipulato per la certificazione energetica: se in questo secondo caso la sua redazione viene fatta sulla base di calcoli specifici, per il certificato acustico viene effettuata una prova all’interno dell’edificio e il suo costo è decisamente differente.

8822456_origOgni singolo ambiente viene misurato e si ottengono dei risultati che vengono sommati. La loro media stabilisce indice di classificazione acustica cui appartiene l’unità immobiliare posta a controllo. Le classi che vengono analizzate sono quattro, una per ogni tipologia di rumore, la certificazione acustica ha una validità limitata nel tempo e i parametri che vengono considerati vengono definiti da una specifica appendice.

Durante la valutazione vengono considerati i rumori da impianti a funzionamento continuo e discontinuo, l’isolamento di facciata, rumori aerei e dati dal calpestio: l’efficienza acustica è identificata in quattro classi di livello, la uno è la più alta e la quattro è la più bassa, quindi la più rumorosa. La norma prevede (già dal 31 dicembre 2011) che nelle nuove costruzioni tutte le abitazioni siano dotate della certificazione acustica idonea.

Nel caso in cui ci fossero delle situazioni complicate sarà possibile porre risoluzione installando delle pareti fonoassorbenti che isoleranno acusticamente l’ambiente.

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *