Micro-housing. Gli appartamenti riconfigurabili

03/02/2015 - La densità urbana e i costi di costruzione sono problemi globali. Elaborando una contrazione delle unità abitative aumenta il pericolo di trasformare un intervento di micro-housing in alloggi provvisori con basso valore sociale. Estendendo i limiti dell’unità abitativa in modo da includere la circolazione semi-pubblica, i balconi e muri sottilissimi, il progetto Songpa Micro‐ Housing realizzato a Seoul dallo studio internazionale SsD architecture ha coniato una nuova tipologia di alloggi combinabili a seconda dello stile di vita degli abitanti.  Questo edificio rappresenta un ‘morbido’ incrocio fra spazio pubblico e privato, interno ed esterno, riuscendo a favorire la socialità fra i diversi coinquilini. Le quattordici unità permettono ai residenti di poter usufruire sia di monolocali per single, che di unità più grandi – per coppie o gruppi più numerosi – combinando assieme..
Continua a leggere su Archiportale.com