Le 6 domande che DEVI farti da solo e che un’agenzia immobiliare normale non ti farà mai (tutte insieme)

Te la butto là subito, ti farà male, forse ti darà fastidio e mi renderà antipatico ma, credimi, è meglio così.

La casa che comprerai domani (leggi tra 8-12 mesi), da un’agenzia immobiliare o da un privato, sarà molto diversa da quella che hai nella testa oggi.

Detta diversamente, nel momento in cui un compratore (uno a caso: tu!) inizia a cercare la sua nuova casa non ha le idee chiarissime. Volendo dare dei numeri, non a caso: il 95% (basato su oltre 10 anni di esperienza personale) dei compratori inizia la ricerca in queste condizioni.

Ora, quello che ti ho detto brutalmente, non vuole assolutamente essere una critica nei tuoi confronti.

E’ semplicemente un constatazione.

La vera consapevolezza dell’acquisto, il compratore “fai da te”, cioè il 99% del totale, la acquisisce solo col tempo.

Scatta la scintilla (desiderio, voglia, bisogno, necessità…) dell’acquisto, si fanno due conti a spanne e via, si parte all’avventura.

Ripeto, fanno così tutti, coppie, single, famiglie, giovani, meno giovani, ricchi e non.

Così fan tutte…e tutti.

Trovare la tua casa dei sogni a Bologna è un lavoro difficile

Col passare dei mesi, e delle visite ad immobili “sbagliati”, si affinano i parametri, si capisce cosa piace e cosa no, cosa serve e cosa no, cosa puoi pagare…e cosa no.

E’ sempre, maledettamente così.

A meno che…anziché perdere tempo a fare ricerche “a pene di canide”, e/o il turista immobiliare, non ti prendi 2-3 giorni (anche una settimana), ti metti seduto con TUTTE le persone interessate all’acquisto, ragioni seriamente e “disegni” a tavolino la tua nuova casa.

In questi ultimi due anni ho scritto, in questo blog, decine di articoli su questo argomento: cercali e leggili, possono aiutarti.

In sintesi, le domande che devi farti, e alle quali devi (DOVETE) obbligatoriamente rispondere, sono poche e semplici.

  1. Perché hai veramente bisogno di una nuova casa?
  2. Devi (vuoi) per forza comprarla o puoi valutare anche l’affitto?
  3. Come dovrà essere internamente? E l’esterno? Il contesto?
  4. Dove dovrà trovarsi? In quale zona, tra quali vie della città? In quali palazzi?
  5. Quanti soldi hai concretamente a disposizione per poterla comprare se tu la trovassi oggi?
  6. Entro quanti mesi vorrai poterla abitare?

Non sono domande difficili, vero?

La cosa veramente difficile è analizzarle a fondo e trovare le risposte giuste.

Questo è un po’ più complicato, ma è fondamentale.

Pensaci un attimo e mi darai ragione ma, te lo dico ancora una volta, è una cosa che, come te, fanno tutti.

Voglio essere ancora più concreto.

Ti racconto un fatto che mi è capitato appena due mesi fa e, mi auguro, possa esserti d’aiuto.

Incontro un coppia che vuole comprate una nuova casa, sono interessati al metodo DESIDERATAdomus quindi…ci conosciamo e parliamo.

Hanno tre figli, la casa dove vivono ora ha solo due camere ed è, oggettivamente, troppo piccola.

Con l’occasione, vorrebbero portare a vivere con loro anche il nonno. E’ vedovo ma ancora in forma e autonomo: oggi può aiutarli molto nella gestione dei bambini, domani potrebbe aver bisogno lui di supporto.

Hanno in mente un certo tipo di casa ed un determinato budget ma, parlando, le carte in tavola sembrano cambiare.

Avevano pensato di partire innanzitutto vendendo la loro casa e quella del nonno per poi passare all’acquisto di quella nuova. Ragionando insieme si è invece deciso di trovare prima la casa nuova e poi vendere le due vecchie.

La coppia aveva anche già in mente un prezzo a cui proporre in vendita le due abitazioni ma, come avviene SEMPRE, le cifre erano fuori da ogni logica per il mercato di Bologna. Così le abbiamo riviste in ottica molto prudenziale.

Poi abbiamo ulteriormente calato il potenziale budget ricavato dalle vendite. Sono state detratte le spese accessorie che tra notaio, tasse e pratiche burocratiche (APE, RTI, sanatorie, ecc.) ammontano a 50 mila euro…e non sono bruscolini.

Successivamente abbiamo avuto conferma, attraverso il dialogo con la loro banca, che effettivamente sono mutuabili e quindi si è definito con precisione il budget d’acquisto.
A questo punto, con un budget sostanzialmente decurtato rispetto all’origine, abbiamo dovuto  anche ridisegnare le zone di Bologna idonee per l’acquisto.
Poi ho intervistato anche il nonno ed hanno (abbiamo) scoperto TUTTI che, le sue esigenze abitative, sono in parte leggermente diverse da quelle che supponevano.
Oggi, metà settembre, hanno firmato l’incarico di ricerca e si parte sul serio.

So cosa devo trovare, sanno dove andranno a vivere.

Dalla fine di luglio, data del primo incontro, sono passati 45 giorni.
Ci siamo incontrati 3 volte, in tutto una decina di ore, poco più.
Nel frattempo, loro, in queste settimane, hanno continuato la loro vita. Sono andati in ferie, sono rientrati, hanno ripreso il lavoro e i bambini hanno iniziato le scuole da pochissimo.

Tempo perso: ZERO.

Se avessero fatto da soli, avrebbero già buttato sei settimane a vedere immobili sbagliati per ognuno dei gradi di affinamento della loro richiesta.
Francamente non immagino in quale girone infernale si troverebbero oggi.
Avrebbero visto decine di immobili per poi rimanere ogni volta delusi (nella migliore delle ipotesi) piuttosto che fregati (nella peggiore).

Perché tu possa capire ancora meglio devo essere trasparente.

Considera che siamo partiti dal desiderio di voler comprare una porzione di villa vicina ai Giardini Margherita, passando prima da una villa a Monte Calvo, per poi andare ad una porzione di villa in Via Toscana e chiudere con un grande appartamento in zona Emilia Levante o San Ruffillo, anche senza giardino, seppur fortemente desiderato.
Ora, sicuramente, ti renderai conto della trasformazione che c’è stata.
Probabilmente, sarebbero arrivati alla stessa conclusione. Forse.
Ma…dopo quanto tempo, dopo quante notti insonni, dopo quante visite a vuoto, dopo quante agenzie immobiliari? E a quale prezzo?
DESIDERATAdomus, con tutti i suoi clienti, prima di iniziare a cercare, fa SEMPRE tutto questo.

L’agenzia immobiliare, anche la migliore del mondo, no.

Non può farlo, non ci riesce.
Non ha la competenza, né il tempo e non ha il personale per poterlo fare. MAI.
E questo lo sai bene.
Quindi, se desideri comunque misurarti da solo col mercato immobiliare, ascoltami e dai una risposta a quelle 6 domande che ti ho fatto prima. Solo dopo inizia a cercare, forse ci sarà ancora qualcosa da limare ma il grosso sarà fatto.
Sappi che, comunque, dovrai impegnarti e anche molto, per trovare l’oggetto dei desideri, la tua nuova casa.

C’è comunque un piano B, almeno a Bologna.

Ci sono io e c’è DESIDERATAdomus.
Scegli tu.

P.S.: per la coppia in questione sto già approfondendo un paio di soluzioni, una ha anche il giardino. Chissà!

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi essere avvisato quando pubblicheremo nuovi articoli? Richiedi l'iscrizione alla nostra newsletter.

Rispetiamo la tua privacy
Informativa Privacy e Cookie

The post Le 6 domande che DEVI farti da solo e che un’agenzia immobiliare normale non ti farà mai (tutte insieme) appeared first on DESIDERATAdomus.