La magia del Salento nella dimora firmata Iosa Ghini

14/07/2015 - Nel Salento, nei pressi di Salve (LE), a pochi chilometri dal mare, in una dimensione archetipica ideale, sorge la dimora progettata da Massimo Iosa Ghini.  Un luogo di fuga immerso nella campagna e in mezzo alla natura che, con ulivi secolari e pini marittimi, racchiude il segreto di un paesaggio affascinante e suggestivo.  In una cornice mediterranea unica e in sintonia con il paesaggio circostante, l’architetto Iosa Ghini ha scelto di realizzare una nuova abitazione integrandola con la stessa terra salentina, adottando tecniche di lavorazione e materiali autoctoni suggeriti da artigiani e maestranze locali: il complesso vede l’utilizzo della chianca (pietra locale) per la pavimentazione esterna, grandi pannelli di gres porcellanato per quella interna, il tufo di Acquarica per i rivestimenti di facciata, la pietra leccese per il camino interno e la pietra a secco per la copertura a botte dell’antica pajara. Sono utilizzate sia tecniche..
Continua a leggere su Archiportale.com