Immobiliare Milano: 2014 in crescita

Immobiliare Milano, in controtendenza rispetto al dato nazionale il bilancio del 2014.
L’effetto EXPO traina gli investimenti esteri. Chi ha liquidità compra ora.

Immobiliare Milano

Il trend del mercato immobiliare è ancora in ribasso anche se ha dato timidi segnali di ripresa nel 2014 anche a livello nazionale. L’allentamento della stretta creditizia, il costo del denaro ai minimi storici ha dato un maggiore impulso alla domanda dei mutui e sembra abbia fatto tornare concretamente la voglia di investire in un “progetto casa” gli italiani

Tuttavia registriamo anche che la ripresa non è stabile ma a balzelli, ultimo dato ISTAT del 20/12/2014 registra ad esempio una flessione del 3,1% su base annua II trimestre 2014. In controtendenza con il I trimestre. Guardando ai primi sei mesi del 2014, si chiude con una variazione negativa dell’1,0%.

Compravendite residenziali italia

Attenzione a Milano: in questo scenario, l’immobiliare a Milano registra un andamento positivo già dalla fine del 2013 ed ha continuato a crescere anche per tutto l’anno 2014. Addirittura + 5,7% da report Tecnocasa su dati dell’Agenzia delle Entrate.

Da un abstract pubblicato da Arca Real Estate (importante agenzia immobiliare di Arcore che opera a Milano ed in Brianza che ha chiuso 213 transazioni immobiliari nel 2013 e ben 309 transazioni immobiliari al 30 novembre) “Immobiliare Milano – come chiude l’anno?” si fa riferimento all’effetto EXPO e si consiglia di acquistare oggi.

L’immobiliare milanese sta attirando capitali dall’estero grazie all’EXPO che fa da traino sul fronte investimenti, il mercato immobiliare come abbiamo visto è in crescita ma i prezzi non hanno ancora cominciato a crescere. Quindi oggi è il momento giusto per comprare casa a Milano.

Il “forte sconto immobiliare” sull’acquisto rispetto a 5 anni fa va a compensare per eccesso la maggiore tassazione sui patrimoni che vige in Italia dal Governo Monti in avanti. Inoltre oggi, accedere ai mutui sembra che sia meno complicato rispetto a 12 mesi fa.

Dai report di CRIF si registra un trend molto positivo della domanda dei mutui. Addirittura +21,1% era il dato a novembre 2014. La rata di un mutuo è tornata competitiva rispetto ai canoni di affitto.

mutui casa 2014

Anche il volume dei mutui erogati ora rende meno complicate le transazioni immobiliari. Si ricominciano a vedere mutui casa erogato all’80%.

Genworthcompagnia specializzata nella copertura del credito in caso di insolvenza del mutuatario – stima che le erogazioni dei mutui superiori all’80% del valore dell’immobile raggiungeranno il 5% del totale.
400 milioni di euro di erogato in più rispetto al 2013.
Recita il comunicato di Genworth “Il 2014 non sarà l’anno che sancirà una vera e propria svolta, ma si confermano i segnali di un’inversione di tendenza per il prossimo futuro, per quanto riguarda il mercato sia dei mutui residenziali che delle compravendite immobiliari”

Arca Real Estate  avverte i proprietari di casa che di fare molta attenzione ad essere attendisti se desiderano vendere il proprio immobile milanese. Spinti da questi dati, moltio potrebbero pensare che conviene aspettare perché i prezzi cominceranno a breve a salire (molto probabilmente tale scenario sarà verificato).
Luca Dondi (il Direttore Generale di Nomisma), segnala che in Italia l’invenduto ammonta ad oltre un milione di case. Anche a Milano gli stock invenduti rappresentano un dato molto importante.

L’offerta sul mercato di immobili è molto superiore alla domanda assorbibile anche in un mercato immobiliare in crescita come quello milanese, e l’attesa potrebbe far perdere l’opportunità di smobilizzare un capitale per non avere la certezza di venderlo nei prossimi anni. Avere una casa come patrimonio immobilizzato, potrebbe rappresentare un costo importante annuo per il proprietario compensabile con l’affitto ma tenendo ben presente che negli ultimi 5 anni i canoni di affitto sono calati di oltre il 20%.

In uno scenario immobiliare del genere, il suggerimento è di affidarsi ad un consulente immobiliare di fiducia per ponderare con attenzione eventuali scelte.


Fonti:


Gianluca Capone


Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *