Firma francese per la nuova sede dell’IPES di Bolzano

01/12/2014 – Si chiama “Urban Wood” ed è il progetto vincitore del concorso per la nuova sede dell'IPES di Bolzano. A firmarlo lo studio Dorell.Ghotmeh.Tane / Architects, nato a Parigi nel 2006, e affermatosi a livello internazionale con il progetto del Museo Nazionale in Estonia, attualmente in costruzione. Uno dei punti di forza del progetto vincitore è stata la decisione di non demolire l'edificio esistente dell'IPES e di limitare l'intervento a una delicata estensione che permette un impatto leggero sul quartiere e allo stesso tempo una messa in valore della nuova sede unica dell'importante istituzione.  Il progetto si propone di dotare l'Istituto di un edificio che comunichi in modo chiaro la trasparenza dell’Istituzione, la capacità innovativa del suo operato, l’apertura e la disponibilità verso la realtà locale a cui si rivolge e l’attenzione verso un futuro più sostenibile. L’edifico..
Continua a leggere su Archiportale.com