Finalmente usciti dal paleolitico digitale immobiliare

Sono  passati ormai quasi 5 anni dall’ uscita del mio primo post su questo blog, e mi rendo conto che l’analfabetismo digitale è finito, anche se talvolta ancora si confonde essere su un Social con conoscenze software.

E’ vero, è tutto finito: ora è chiaro che l’agente immobiliare si è trasformato in INFOMEDIARIO.

Ne parlavo in un articolo del 2010 e la domanda sorge spontanea: il lavoro di Agente Immobiliare si è complicato o si è semplificato ?

A mio modo di vedere, si direbbe piuttosto che ha subito una trasformazione rendendo il tutto più articolato e complesso.

Le conoscenze e le competenze digitali non sono più sufficienti per primeggiare in questo settore, ci vogliono infatti tanto tempo e passione.

Passione… Noi Agenti Immobiliari ne abbiamo sempre avuta, il tempo però comincia ad essere limitato: la struttura media delle Agenzie Immobiliari è costituita mediamente da una persona (one man company) o da un paio di soci e  le segretarie sono sparite.

Il Vero danno non è il fatto che nel tempo ci abbiano declassato, che le banche abbiano iniziato a fare concorrenza, che la transazione media sia diminuita e di conseguenza dimezzate le provvigioni;  il vero danno è che a causa di internet il cliente medio si è allontanato e la disintermediazione è aumentata.

Si può essere positivi, alla luce di tutto ciò?

Si. Basta aver chiaro che da soli non si può fare tutto: le competenze di chi utilizza Internet quotidianamente non sono e non saranno alla portata di tutti quanti per ancora parecchi anni; per cui bisogna sedersi, ragionare, analizzare il mercato e capire dove si sono nascosti i clienti.

Nel 2005 era semplice: sapevamo che i potenziali acquirenti erano recuperabili facendo promozione nel free press locale, oggi  è necessario avere una bussola web per scovarli, e credetemi che non è facile: da un sondaggio di questo blog  si deduce che nel 2012 l’Agente Immobiliare medio non aveva la minima idea che Facebook sarebbe potuto diventare un punto di riferimento per la sua promozione on line. In quell’anno il Social Network festeggiava il Miliardo di utenti e 21 milioni in Italia.

Oggi gli utenti Italiani sono solo 27 Milioni appena 6 milioni in più, mentre nel mondo sono diventati 1.5 miliardi.

Ma cosa è cambiato?

Tutto: Internet non è più il miscuglio di piattaforme ludiche e frivole degli anni passati, ora è diventata una risorsa  fondamentale nel sistema. Ma l’agente Immobiliare sa cogliere tutti i vantaggi di questi nuovi mezzi?

Quello che posso consigliare è avere tutte le competenze del caso per saper  scegliere e definire un esperto che possa in qualche modo fare ciò  che voi non avete più il tempo di fare: cercare e trovare con efficacia i vostri clienti… sparsi nel web.

Il giorno 12/11/2015 presenteremo un webinar che tratterà tematiche importanti per il settore e per il momento storico che sta affrontando: per capire il presente parleremo del passato, presenteremo idee e software digitali mai commercializzati,  capiremo insieme se si sono evoluti i Portali Immobiliari, racconteremo delle possibili evoluzioni del mercato immobiliare nel 2020, ma soprattutto ci confronteremo con gli Agenti Immobiliari tramite un sondaggio costante, l’obiettivo sarà quello di scrivere insieme una nuova pagina del Mercato digitale Immobiliare.

Vi aspetto numerosi insieme al mio compagno di avventura Srdjan Perkic.

Fiducioso di un vostro riscontro positivo.

 

Francesco Beraldo