Fashion meets design: architetture indossabili

03/12/2014 - La moda costitutivamente inietta creatività intorno a sé e la deriva da altri mondi. Arte, design e architettura da sempre, ricorsivamente, alimentano la moda e se ne nutrono. Gli abiti sono da abitare e non solo da portare e i corpi sono superfici da arredare, non solo da rivestire. Abiti e corpi diventano spazi di una sperimentazione progettuale che sfida i limiti della loro fisicità dissolvendone i confini funzionali e formali.  La moda esprime continuamente nuove alchimie di corpi e identità in cui silhouettes, linguaggi, proporzioni, materiali e volumi svelano i suoi tentativi di generare stati ibridi di identità sociale oltre l’indosso dei capi e innescare processi di cambiamento del significato stesso di  abbigliamento. Dalla inedita collaborazione tra la fashion designer russa Yulia Yadryshnikova (YY) e l’italo-svedese Luca Nichetto nasce l’interessante progetto ponte tra moda e design. Abiti in..
Continua a leggere su Archiportale.com