Come trovare la casa perfetta (che non esiste) a due ingegneri

E’ possibile trovare la casa perfetta?

Sì? No! Forse, boh!

La realtà è che ognuno di noi probabilmente ha il suo ideale di casa, quella dei sogni.

Poi bisogna fare i conti con la realtà e si torna con i piedi per terra perché nel 99% dei casi si devono fare i conti con la disponibilità economica.

Resta però il fatto che, una certa idea l’abbiamo tutti e, con tutti i limiti delle nostre tasche, si cerca un compromesso.

La stessa cosa è successa ad Antonello e la sua famiglia.

Lui, la moglie e il figlio di 5 anni, vivono a Bologna, in affitto, in una traversa di Via Murri.

Entrambi ingegneri (lui telecomunicazioni, lei meccanico) con un buon lavoro, quasi due anni fa, decidono di comprare casa: un passo importante.

Definiscono un budget e, non volendo cambiare zona, sanno bene dove andare a cercare e cominciano.

Iniziano con la solita trafila tra telefonate, ricerche e appuntamenti.

Un mese…

Tre mesi…

Sei mesi…

Un anno!!!

Hanno visitato una trentina di immobili, non hanno fretta ma…si sono rotti i maroni.

Casualmente ci incontriamo e mi parlano della loro difficoltà.

Sono giovani, hanno energia, come detto non sono alla canna del gas ma la pazienza ha un limite così gli chiedo di dedicarmi un paio d’ore. Servirà a loro e servirà anche a me: abbiamo tutti il diritto/dovere di capire bene se vale la pena o meno di iniziare un’avventura insieme.

Sinceramente? Credo che a loro quell’incontro è servito.

Perché? Per capire che non avevano chiaro:

  • cosa piacesse ad entrambi
  • cosa servisse ad entrambi
  • dove si potesse comprare casa con quel budget

Non è poco!

E non è una situazione rara, anzi succede spessissimo ed è una (non l’unica) delle ragioni che porta allo sfinimento chi vuole trovare la casa perfetta. E, se non sai come è fatta, se non sai come e dove cercarla, se non metti in conto che potrebbe non esistere e se non definisci a quali compromessi puoi scendere, rischi di fallire l’obiettivo.

Tutto questo, Antonello e sua moglie, non lo avevano fatto. Almeno non nel modo giusto.

Il mio compito con loro, e con tutti quelli che vogliono farsi aiutare da DESIDERATAdomus, è stato inizialmente questo.

Se non si ha chiaro cosa si cerca è inutile cercare.

Figurati trovare la casa perfetta!

Chiarito questo punto li ho lasciati riflettere qualche giorno e, sinceramente, mi sarei stupito del contrario.

Ci siamo risentiti la settimana successiva e, immagino che in quei giorni, le discussioni che c’erano state nel primo incontro siano continuate. Non tutti accettiamo critiche, non sempre affrontiamo gli ostacoli nel modo corretto e, spesso, non lo facciamo per presunzione ma semplicemente per ingenuità.

Comunque, alla fine, hanno accettato la mia proposta e mi hanno affidato l’incarico di trovare la casa perfetta per loro, o almeno quella che gli si avvicinasse di più.

La missione non era semplice ma, in due mesi, a meno di un chilometro da dove vivono, in zona Mazzini, trovo un immobile molto vicino al loro ideale di perfezione. Almeno questo è quello che sentivo.

Gliel’ho fatto vedere e….non mi ero sbagliato.

Cortile, piani sfalsati, altezze importanti, dimensioni degli ambienti secondo le loro esigenze, una terrazza enorme, tutto o quasi come desiderato e richiesto. La migliore soluzione da quando avevano iniziato a cercare, in un angolo di Bologna che avevano tralasciato anche se di loro gradimento.

Due mesi per trovare l’immobile e tre mesi per chiudere una trattativa complicata da fattori tecnici (difformità da sanare). Tempo impiegato in modo fruttuoso grazie all’intervento del team che metto in campo quando sorgono problematiche tecniche: avvocato, notaio, geometra, architetto, commercialista. Tutti attivati per risolvere le difficoltà che si presentano, quando si presentano. Loro nel frattempo hanno continuato la loro vita (lavoro , famiglia, amici ecc.) e sono stati aggiornati e coinvolti nelle varie fasi grazie a riunioni serali che tenevamo negli orari e nei giorni a loro più comodi, in compagnia di una buona birra.

Che spettacolo che sono i miei clienti.

Ora Antonello e la sua famiglia stanno iniziando una importante ristrutturazione e, mi sembra, siano molto soddisfatti.

Antonello ha voluto raccontare la sua esperienza d’acquisto immobiliare con DESIDERATAdomus in una testimonianza.

Sono sicuro che, per te che leggi, le sue parole, sono più importanti delle mie perché probabilmente i suoi problemi, le sue esigenze e le sue difficoltà, forse, sono le stesse che hai tu.

Se, dopo aver ascoltato Antonello, pensi anche tu di aver bisogno del mio aiuto devi fare solo una cosa semplice: chiamarmi.

Intanto Antonello continua a divertirsi coi suoi amici in una web radio, Il Lupo e il Contadino.

A me piacciono molto, magari anche a te.

https://youtu.be/zbhbAxSmFlA

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi essere avvisato quando pubblicheremo nuovi articoli? Richiedi l'iscrizione alla nostra newsletter.

Rispetiamo la tua privacy
Informativa Privacy e Cookie

The post Come trovare la casa perfetta (che non esiste) a due ingegneri appeared first on DESIDERATAdomus.