Casa Danda: l’appartamento anni ’60 con affaccio sui Navigli

19/01/2015 - Il collettivo milanese Margstudio, composto da Matteo Rota e Annalisa Grasselli, ha rivisitato totalmente il look di un appartamento milanese anni Sessanta, con affaccio sui Navigli. I due progettisti hanno scelto di rivoluzionare la distribuzione interna degli spazi di Casa Danda, combinando il rigore del design nordico al calore dell'artigianalità italiana.  "La zona giorno è stata ripensata come un open-space il cui fulcro è costituito da una scatola monocromatica di colore grigio scuro che racchiude al suo interno la cucina e il bagno, quasi come uno spazio nello spazio, che al contempo con le sue nicchie e spazi nascosti diventa un contenitore, che libera lo spazio abitativo dalla necessità di avere superflui elementi d’arredo, limitandoli allo stretto necessario" spiegano gli stessi architetti. La zona notte, analogamente, si differenzia dal resto della residenza esclusivamente per le scelte cromatiche,..
Continua a leggere su Archiportale.com