Agente immobiliare vs. imbianchino

Esempio pratico di come il “cuggino” di turno smonta la figura di un professionista, in questo caso l’agente immobiliare.

Ore 8,30 del mattino.

Entro nel bar senza togliere gli occhiali da sole. Non c’è molta gente e la cosa mi fa sentire a mio agio, mi sono svegliato da poco ed ho voglia di rimanere in incognito.

Seppure io sia cresciuto in questo piccolo paese della provincia di Viterbo ormai manco da così tanto tempo che è abbastanza facile passare inosservato.

Chiedo un caffè alla barista, prendo i quotidiani freschi di consegna e mi siedo nel tavolo in angolo rispetto al bancone del bar. In piedi, di fronte alla vetrina delle brioches, un tizio mangia il suo cornetto alla crema di pistacchio.

La tuta da lavoro e le scarpe puntinate di bianco tradiscono che si tratta di un imbianchino. Sta parlando animatamente con altre due persone, un uomo e una donna, tutti in piedi mentre fanno la loro colazione.

Tutto normale sin qui.

Ma senti la loro conversazione:


IMBIANCHINO: Non c’è bisogno che butti via i soldi per l’agenzia immobiliare, puoi fare da solo.

DONNA: le case non le hanno mica solo le agenzie, ci sono anche i cartelli VENDESI dei privati ed i portali su internet con gli annunci dei privati.

IMBIANCHINO: Il facsimile della proposta di acquisto lo trovi su internet.

DONNA: E poi una volta che avete firmato l’accordo, vi trovate dal notaio ed i controlli te li fa lui.

UOMO: Grazie dei consigli, farò come dite voi. Le agenzie immobiliari per adesso le lascio stare.


Che aggiungere?

La constatazione vacanziera di questa fresca mattina d’agosto è che ci si può confondere. Un bel po’.

Si possono confondere: 

  • le cose che si fanno tutti i giorni, con quelle che non hai mai fatto in vita tua o solo rarissime volte e anche male;
  • le questioni semplici, con quelle complicatissime;
  • le attività dove se qualcosa va storto non succede nulla, con quelle dove se fai un piccolo errore rischi di rovinarti la vita.

…e sostituire un agente immobiliare con un imbianchino può diventare pericolosissimo.

Ci sono cose semplici da imparare, come per esempio fare un’insalata di tonno e pomodori.

E cose molto complicate, piene zeppe di tecnicismi. Che magari richiedono abilità specifiche, preparazione, conoscenze tecniche o che ti espongono a rischi particolarmente alti.

Ognuno di noi. di solito, sa fare bene (o benissimo) almeno un paio di cose, perché le facciamo di mestiere.

Da anni, ogni santo giorno.

Alcuni hanno studiato, molti hanno fatto gavetta, qualcuno aveva un talento che ha poi sviluppato e allenato.

Poi ci sono altre attività che facciamo abbastanza bene, perché sono la nostra passione e da sempre siamo aggiornati sul tema.

Poniamo per esempio che tu che stai leggendo sei il n° 1 nella gestione della fiscalità delle aziende manifatturiere italiane. Un superbo commercialista bolognese, sempre sul pezzo da 30 anni. Hai fatto verso la fine degli anni ’80 la tua scelta, ti sei focalizzato, specializzato ed oggi sei conosciuto, stimato ed apprezzato come l’equivalente di CR7 nel tuo settore.

Poi….hai anche la passione del nuoto.

I tuoi ti iscrissero in piscina a 5 anni, hai partecipato a corsi fino all’età di 26, da giovane hai vinto anche qualche gara, anzi adesso che ci pensi da qualche parte in soffitta ci dovrebbero essere anche un paio di coppe vinte con la squadra della piscina “Lo Sterlino”.

Ancora oggi, ogni santo mercoledì pomeriggio, alle 18 in punto entri in acqua e prima di tornare dalla tua famiglia fai 40 vasche in un’ora.

Ma sapresti curarti da solo una pleurite?

  • e gettarti con un paracadute da 5.000 metri senza l’adeguata preparazione di un addestratore?
  • affronteresti un’importante causa penale senza scegliere con attenzione l’avvocato che studia il tuo caso e imposta la strategia?
  • ripareresti da solo la centralina della tua auto?

Sei libero di scegliere.

Effettivamente, sono sicuro, su internet troverai, se cerchi bene, un tutorial per ognuna di queste attività.


Beh è tutto. Ancora qualche giorno e torno a Bologna, ho le olimpiadi della ricerca di case su committenza.

In questo settore particolarissimo sono cintura nera, 5° dan, campione olimpico e mondiale da 12 anni consecutivi.

Attenzione, non lo dico io ma il mio curriculum, quello della mia agenzia, DESIDERATAdomus e, soprattutto loro, i miei clienti.

Posso esserti di aiuto soltanto nel caso tu abbia bisogno, con estrema determinazione, di comprare un immobile a Bologna.

Sì, sono un agente immobiliare.

Di quelli (pochissimi in Italia) che cura sempre e solamente gli interessi di chi compra, di chi caccia il grano.

Qui trovi tutti i miei riferimenti, se vuoi fare due chiacchiere, avere info aggiuntive, ora sai come fare.

Se invece vuoi fare da solo puoi contattare il tuo parrucchiere di fiducia.

Lui avrà sicuramente un cuggino da presentarti, altrimenti puoi trovarlo in un bar!


P.S.: per i più curiosi, la mia terra di origine è Sutri, una piccola perla della Tuscia tra Roma e Viterbo. Terra etrusca prima, romana poi, piena di storia. Se hai in programma un viaggio in quelle zone, ti consiglio vivamente di passarci. Da qualche settimana è spesso sui giornali: il sindaco è Sgarbi…con tutti i pro e i contro che comporta.

Ah, si mangia da Dio e la cosa, ovviamente, non guasta.

Questo è il link dell’ufficio turistico e questo un piccolo portale di alcuni amici: puoi trovarci qualche info turistica nel caso tu decida di passarci.

La foto è di Italo, mio amico e guida turistica.

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi essere avvisato quando pubblicheremo nuovi articoli? Richiedi l'iscrizione alla nostra newsletter.

Rispetiamo la tua privacy
Informativa Privacy e Cookie

The post Agente immobiliare vs. imbianchino appeared first on DESIDERATAdomus.